Pre-cinema,  Recenstorie

Le camere oscure Leonardiane.

– Come la fotografia ha aperto la pista al cinema –

~ LO SAPEVI? 🤓🎥💡~ L’origine del cinema la si deve alle Camere Obscure della fotografia. Già Aristotele supponeva che un giorno si sarebbero potute conservare le immagini della vita reale attraverso dei “fori”. Teoria che nello stesso periodo avanzò anche l’arabo Alhazen. Fu solo successivamente, alla fine del tredicesimo secolo, che le prime camere oscure furono costruite ed utilizzate per osservazioni astronomiche. Duecento anni più tardi, Leonardo Da Vinci parlò nel “Codice Atlantico” di un processo utile a riprodurre le immagini dalla realtà: in una camera oscura si praticava un foro ad una parete, a cui si apponeva una lente regolabile; sulla parete opposta, sopra ad un foglio, appariva proiettata al contrario l’immagine esterna che poteva così esser copiata fedelmente. Metodo utilizzato da altri pochi pittori negli anni avvenire, per aggiustare prospettive, con scatole più pratiche e brevettate per gli spostamenti. Si dovrà attendere fino alla seconda metà del Seicento per l’evoluzione in Lanterna Magica, l’antenata del proiettore.

Vi è piaciuta questa curiosità?

O.m.bronauta

Miriam, venticinqueanni e un lavoro da cameriera. Leggo, scrivo, disegno e racconto storie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *